Rimedi per le infezioni alle vie urinarie: Equilibrio tra cibi acidi e alcalini
03-11-2022
Almeno una volta nella vita una donna su due viene colpita da cistite. Le cause possono essere: l'esposizione a sostanze chimiche, i rapporti sessuali, le abitudini igieniche sbagliate e la scarsa lubrificazione.
Secondo
Dimann, sito molto affermato nel settore, è frequente che batteri come gli Escherichia Coli, di solito presenti nell'intestino, vadano ad interferire con la flora vaginale e legandosi alle pareti della vescica provochino la cistite.

Questa problematica, nella fattispecie, colpisce moltissimi soggetti, soprattutto sani, ma è possibile combatterla e prevenirla con metodi molto semplici tra cui, sembrerebbe, una dieta bilanciata con una giusta dose di cibi acidificanti e cibi alcalinizzati. Tutto dipende dallo stato di salute della persona e dai valori del pH acido presenti nell’organismo. Questo discorso diventa ancor più importante nei periodi di vacanza, in estate e durante le festività, quando si è portati a fare tardi e a mangiare fuori casa. In queste circostanze, relative ad uno stile di vita poco sano, è possibile che si palesino problematiche come quelle che riguardano le infezioni alle vie urinarie.

Stando ai dati ufficiali, le infezioni alle vie urinarie sarebbero per lo più una patologia femminile, con un’incidenza elevata fra i 16 e i 35 anni. Secondo gli studio, il 60% della popolazione femminile, all’incirca, sperimenterà problematiche di questo tipo nell’arco della propria vita. Le infezioni urinarie sono, di fatto, facilitate dalla posizione dell’uretra vicino all’ano, predisponendola all’attacco dei batteri. Inoltre, il processo può essere acuito dallo stress, dall’assunzione di farmaci e dai vizi come il fumo ed il consumo frequente di bevande alcoliche.

Infezioni urinarie, ecco cosa serve sapere


Le infezioni urinarie scaturiscono da condizioni differenti. Esse vengono causate da batteri e, più raramente, da virus o funghi. È una condizione che può riguardare sia il tratto delle basse vie urinarie, rifacendosi dunque a disturbi come la cistite e l’uretrite o la prostatite che, però, avviene solo nell’uomo. In linea generale, possiamo dire che i rapporti sessuali esercitano un importante apporto nella comparsa delle infezioni urinarie. Nelle donne in età fertile, infatti, il sesso è responsabile al 75/90% per la presentazione di infezioni vescicali che compaiono tra le 24 e le 72 ore successive al rapporto.

Per quanto riguarda gli uomini, invece, in linea pressoché generale la cistite è la causa diretta di una anomalia funzionale o anatomica del tratto genito-urinario. Esistono, inoltre, delle condizioni specifiche che predispongono alla malattia e che riguardano la genetica, ma anche la stipsi, il diabete mellito nella donna e l’iperplasia prostatica nell’uomo. I sintomi principali della cistite riguardano un bruciore forte durante la minzione e la necessità di urinare spesso, unita all’urgenza che si può provare. Le urine possono presentare, saltuariamente, delle tracce di sangue. In tutti questi casi, comunque, si consiglia di rivolgersi a un medico, specie quando si palesano per le prime volte.

Prevenire le infezioni urinarie con una buona alimentazione


Come già precedentemente accennato, è possibile intervenire sulle infezioni urinarie in via preventiva attraverso un’alimentazione corretta. I cibi acidi sono tutti quegli alimenti che reagiscono con l’organismo acidificando il sangue e sottraendogli i Sali minerali. Queste sostanze inorganiche non metabolizzabili regolano il pH organico e sono fautrici della cosiddetta dieta alcalinizzante. Introducendo questa tipologia di alimenti nel corpo, è possibile regolarne i parametri, intervenendo su infiammazioni e malesseri diffusi e localizzati. Gli alimenti in oggetto favoriscono la diuresi. Oltre all’acqua, quindi, citiamo i cibi ricchi di fibre, le verdure, la frutta e tutto ciò che è di stagione. Per favorire la prevenzione della cistite, inoltre, consigliamo vivamente di evitare cibo spazzatura, fritti e alimenti ricchi di additivi.

La redazione 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Il Tecnostress, conoscerlo per sapersi difendere e superarloIl Tecnostress può essere definito come una sindrome da stress causata direttamente o indirettamente dalla tecnologia
29-01-2023
IN PRIMO PIANO
Superfood: quali sono i benefici e come si mangiano?Mangiare cibi sani e nutrienti è essenziale per mantenere uno stile di vita che possa dirsi salutare e bilanciato
04-01-2023
Skincare maschile: 3 semplici passi per una pelle perfetta
07-11-2022
Accompagna il tuo piccolo in sonni tranquilli, scegli i pigiami più confortevoli
04-11-2022
Stress: fa male a denti e gengive
31-10-2022
Skin positivity: i beauty trend del 2022
03-10-2022
Il ruolo dell’Ayurveda nell’estetica professionale
21-09-2022
Cofanetti profumo per donna: regalo di tendenza e di sicuro successo
20-09-2022
Sale aromatizzato: cos’è e come nasce
06-09-2022
Folato, perché è indispensabile per il fisico e come si assume
14-12-2021
    
AUTORIZZAZIONE


    
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso; utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per analizzare i comportamenti dei visitatori. Si può conoscere i dettagli consultando le nostre Cookie Policy e Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie e tutto quanto scritto nel documento; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
CONSULTA    ACCETTO